La pera volpina è un ‘antichissima pera. Un frutto antico, quasi dimenticato che sembra di origine romagnola.

L’albero è vigoroso e rustico e nella nostra azienda è entrato in piena produzione solo dopo circa 10 anni! Si raccoglie in novembre e dicembre e si conserva a temperatura ambiente per tutto l’inverno. I piccoli frutti rugginosi e a forma di mela, esteticamente non belli, sono a polpa soda e dura.

Attenzione: la pera volpina si consuma solo cotta!!!

Il frutto ha un ridotto apporto calorico e presenta un elevatissimo contenuto di fibra, caratteristica che rende la pera volpina particolarmente adatta ai regimi dietetici dimagranti

La fibra non solubile, infatti, assorbe parte degli zuccheri ingeriti con le altre sostanze, aiutando quindi a ridurne l’assimilazione. Ecco spiegato il perché dell’ ottimo abbinamento volpine e cioccolato o caramello: l’assorbimento degli zuccheri sarà diminuito dalla fibra della pera… a tutto vantaggio del gusto.

LA RICETTA DELLA FATTORIA RIVALTA…

Utilizzare una padella con coperchio.

Stendere le pere volpine su uno strato lasciando il peduncolo rivolto verso l’alto (servirà poi per prenderle e metterle in bocca).

Coprirle fino ai 2/3 con acqua, spolverarle con cannella e con zucchero di canna abbondante poi far cuocere a fuoco medio fino a quando non si forma un caramello fluido e soprattutto fino a che le pere non sono cotte e perforabili con uno stuzzicadenti.

Servire direttamente con la padella o in un vassoio rovesciandoci sopra il sughetto caramellato.

LE PERE COTTE NEL VINO!

Procedere in maniera identica alla ricetta precedente, ma utilizzare il vino rosso al posto dell’acqua. Spolverarle con cannella e chiodi di garofano. Se il vino non è amabile, spolverarle anche con un po’ di zucchero di canna